Facebook Ray-Ban, Snap Spectacles e Amazon Echo Frames le differenze

Siamo in un’era piuttosto curiosa. Si sta provando un po’ di tutto sul campo della tecnologia, un po’ come succedeva negli anni 90, ma su un versante piuttosto particolare: quello che s’interfaccia quasi sempre sulla rete. E’ la realtà che si sta vedendo tutt’ora con prodotti come gli occhiali Smart, il quale possono offrire un esperienza ottimizzata per scattare foto, effettuare chiamate, o comunque in generale attuare delle attività che possono farci notare come delle persone avveniristiche e pronte a tutto.

Per questo, da tempo Facebook, Amazon e Snapchat hanno dato vita ai loro rispettivi prodotti. Ma quali fra questi sono i migliori, e che differenze ci sono fra i vari modelli?

In generale, tutti questi occhiali hanno la possibilità di scattare foto e registrare video – a parte il paio di Amazon, il quale non hanno affatto un obiettivo fotografico. La differenza principale sta nella qualità e nella risoluzione di questi contenuti, ma vi è anche l’apporto Software che viene sotto forma di filtri ed altre aggiunte adeguate per migliorare il risultato finale.

Va detto che Snapchat ha ormai diversi anni d’esperienza sulle spalle. Anche se il loro paio d’occhiali possono scattare foto in 1728×1728, contro i 2592×1944 del paio di Facebook, possono comunque dimostrare di avere un apporto di filtri e migliorie fatte a volo che riescono comunque a superare il proprio avversario. Le Snap Spectacles inoltre registrano video a 60 fotogrammi al secondo, nel mentre le Ray-Ban possono farlo solo fino a 30 fotogrammi. In generale la qualità fotografica e video di entrambi è ottima, ma Snapchat semplicemente contribuisce meglio al prodotto finale.

Ma non bisogna dimenticare che le altre funzioni integrate possono davvero fare la differenza. E su questo, gli occhiali Echo di Amazon dimostrano di essere più che capaci di affrontare la concorrenza. Anche se questi prodotti non hanno una fotocamera, possono comunque affidarsi ad Alexa: quest’assistente digitale è capace di attivare praticamente di tutto, senza limiti particolari. Le Ray-Ban di Facebook includono qualche funzione simile, sfruttando dei comandi vocali per scattare foto o effettuare chiamate, ma nulla che arrivi a presentare un vero e proprio assistente virtuale.

Va a anche detto che a differenza degli altri occhiali, le Echo Frames di Amazon hanno una protezione IPX4 contro acqua e sudore, il che li rende generalmente più resistenti rispetto agli altri occhiali smart.

Come integrità software, ovviamente è sempre Snapchat a prendere il podio. Si tratta d’un paio d’occhiali con un programma ormai testato ripetutamente e con diverse funzioni piuttosto essenziali all’uso, ma bisogna anche dire che non si è mai staccata troppo dalla sua formula originaria. Come tale non ha funzioni speciali, solo un software interno molto ben fatto.

Con il design non c’è poi nulla da dire: tutti questi occhiali hanno in genere un look molto simile fra di loro, spesso indistinguibile. Solo le Ray-Ban ovviamente hanno qualcosa di particolare nel proprio design, che li rende di per sé piuttosto unici.

In conclusione, bisogna dire che ogni paio d’occhiali ha il suo scopo. Le Snap Spectacles sono in generale il paio migliore, fatto appositamente per il pubblico giovane e che garantisce un’ottima qualità foto e video. Le Amazon Echo Frames sono però anche adeguate per chi vuole davvero unire il termine “Smart” nel proprio lavoro, con Alexa in connessione perpetua e una resistenza superiore alla media. Le Ray-Ban di Facebook sono in generale occhiali molto belli a vedere, ma hanno ancora molta esperienza da fare in questo campo per essere davvero al di sopra della concorrenza.