L’uva contiene un antiossidante potentissimo: il trans-resveratrol

Tra le numerose molecole ad azione antiossidante da alcuni anni a questa parte sta riscuotendo un notevole interesse il trans-resveratrol. Si tratta della configurazione trans del resveratrolo, una molecola conosciuta per la sua capacità di interagire con le specie reattive dell’azoto e dell’ossigeno e di ridurre quindi il potenziale danno indotto dallo stress ossidativo.

Dove si trova il trans-resveratrol?

Il trans-resveratrolo è una molecola che si trova in diversi alimenti e che in particolare è stata riscontrata in elevate quantità all’interno dell’uva. Questa molecola antiossidante può dunque essere assunta mangiando l’uva, ma anche bevendo il succo d’uva o il vino.

Il trans-resveratrol non si trova però solo nell’uva e nei prodotti che vengono realizzati con questo frutto, ma può essere assunto anche introducendo nella propria dieta alimentare il cacao, i mirtilli, le arachidi ed altri alimenti ricchi di antiossidanti.

Seguire una dieta alimentare variegata aiuterà quindi ad introdurre le giuste quantità di resveratrolo e di altri antiossidanti, oltre che le corrette quantità di tutti gli altri nutrienti e microelementi indispensabili per il funzionamento del nostro organismo.

Quali sono le azioni benefiche di questa sostanza?

L’interesse per il trans-resveratrolo è dovuto alle azioni benefiche di questa sostanza, che può portare ad un miglioramento del funzionamento del nostro organismo e può far aumentare la qualità della nostra vita. Questa molecola è conosciuta principalmente per la funzione antiossidante, che contribuisce a proteggere le nostre cellule ed i nostri tessuti dai danni che potrebbero essere determinati dai radicali liberi.

Le molecole radicaliche fanno parte dei prodotti fisiologici delle reazioni metaboliche in corso ogni giorno nel nostro corpo: generalmente l’attività antiossidante fisiologica riesce a neutralizzare tutti i radicali prodotti dal metabolismo, ma in alcune situazioni la quantità di radicali cresce troppo in fretta, portando ad un aumento dello stress ossidativo. In queste situazioni torna utile assumere dosi maggiori di antiossidanti, per legare le molecole reattive e contrastare il problema.

Questa sostanza svolge inoltre un’azione benefica sul sistema di difesa del nostro organismo, infatti è stato dimostrato che è in grado di potenziare le difese immunitarie, stimolando le cellule che lo compongono ad agire contro gli stimoli potenzialmente dannosi sia endogeni che esogeni.